Scuola secondaria di primo grado

"La cultura è assorbita dall’alunno attraverso esperienze individuali in un ambiente ricco di occasioni di scoperta e di lavoro."

Maria Montessori.

La scuola secondaria di primo grado della Novalis Open School, in linea con il percorso avviato nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria, propone un piano educativo in grado di far convergere le migliori pedagogie tradizionali coniugate alle sperimentazioni didattiche contemporanee. Questi, in sintesi, i modelli ispiratori:

La pedagogia steineriana fondamentale per comprendere l’aspetto antropologico della persona, offre ai docenti una maggiore consapevolezza riguardo ai processi evolutivi dei ragazzi in questa fondamentale fase della loro crescita.

Le pedagogia Montessori necessaria per una didattica legata alla sperimentazione diretta, alla vita pratica, ai mestieri e a tutte le attività rivolte al rafforzamento della volontà e del pensiero logico, prevede un approccio didattico “vero e significativo” che trasformi l’esperienza scolastica in esperienza di vita sociale.

Le nuove esperienze didattiche sperimentali sviluppate dalle migliori realtà scolastiche nordeuropee che offrono piani didattici a 360 gradi. In questa ottica la Novalis Open School si avvale di concetti innovativi come, ad esempio, la classe rovesciata (flipped classroom), le cooperative learnig, il circle time, la classe in movimento, la didattica metacognitiva, la gestione del problem solving, la didattica per competenze, la scuola senza zaino e inoltre un metodo di valutazione che, pur rispettando le direttive ministeriali italiane, possa divenire elemento di crescita individuale non punitivo ma incoraggiante.

Studenti protagonisti - Un approccio didattico attivo

L’ispirazione pedagogica della Novalis Open School, nel triennio della scuola secondaria di primo grado, mira quindi a favorire una partecipazione attiva, vivace, stimolante, coinvolgente per i ragazzi che diventano protagonisti del processo educativo e di apprendimento.

Per la Novalis Open School punto di partenza per ogni attività è l’alunno, con le sue attitudini e i suoi bisogni formativi. In questa prospettiva la nostra scuola promuove strategie di insegnamento per competenze. Questo è uno stile didattico che non trasmette più semplicemente nozioni, dati, formule e definizioni da imparare passivamente: è invece una modalità formativa che consente a tutti gli studenti di imparare in modo significativo, autonomo e responsabile, di essere curiosi, di ricercare, di fare ipotesi, di collaborare, di affrontare e risolvere problemi insieme o in modo autonomo. Si opera quindi in favore di un lavoro in team per gruppi e sottogruppi di apprendimento, dove ogni studente può trovare ciò di cui ha più bisogno: un approfondimento, un recupero o lo sviluppo di un particolare talento. Grazie alla ricerca pedagogica e neuroscientifica, adesso sappiamo che l’apprendimento è un processo attivo: lo studente deve essere protagonista nella costruzione dei contenuti.

Gli spazi di apprendimento

Per favorire questo tipo di progettualità la nostra scuola mette a disposizione ambienti di apprendimento attrezzati e strutturati che consentano di sperimentare e indagare, di individuare e risolvere problemi, di discutere e collaborare e riflettere sul proprio operato.

Gli spazi educativi e l’arredo nella nostra scuola secondaria rivestono quindi un ruolo fondamentale nella realizzazione delle dinamiche progettuali elaborate dal coordinamento didattico. Le aule e i laboratori sono studiati all’insegna della dinamicità e della flessibilità, oltre che connotati da una forte attenzione verso l’elemento estetico. Come sostiene Maria Montessori, “l’alunno deve vivere in un luogo di bellezza”.

 

 

 

Composizione e caratteristiche degli ambienti

  • La composizione dei banchi è modulare e facilmente adattabile alla necessità didattica della lezione (classe in movimento).
  • Tutte le aule sono dotate di strumentazioni multimediali audiovisive (LIM, postazione multimediale).
  • Laboratori dedicati, dotati di attrezzature professionali, in cui gli studenti possono approfondire materie scientifiche, musicali, artistiche, tecnologiche.
  • Ampi spazi di ritrovo comuni, interni ed esterni, in cui gli alunni possano instaurare relazioni, rilassarsi e svagarsi.

L’educazione diffusa

Per noi, ”Scuola” non vuol dire soltanto “lezione in aula” ma, al contrario, la nostra realtà pedagogica promuove un’educazione diffusa, dentro e fuori dalle mura scolastiche per far sperimentare agli alunni i paesaggi socio-culturali della città educante: dall’osservazione del territorio si ricavano informazioni storiche, geografiche, scientifiche, economiche, sociali, artistiche che sollecitano i ragazzi ad agire in prima persona in stretta relazione con il contesto.

La Scuola Secondaria: un luogo di incontro e di benessere!

Il nostro intento, anche nel ciclo della secondaria di primo grado, è quello di creare una scuola del benessere che lascia tempo per lo sviluppo della personalità, delle emozioni, degli affetti e delle amicizie.

Una scuola che diventi laboratorio permanente di idee, di iniziative e luogo di vivace e frizzante socialità. Fiducia, dialogo ed empatia: è da questi presupposti che la nostra scuola vuole partire.

Questi sono per noi gli ingredienti necessari per favorire una scuola coinvolgente e stimolante, capace di conquistare gli studenti di questa delicata e particolare fascia di età.

 

 

I docenti

Gli insegnanti della scuola secondaria di primo grado della Novalis, oltre ad essere in possesso dei titoli di laurea nelle specifiche discipline, come da normativa ministeriale vigente, sono in costante aggiornamento riguardo alle nuove metodologie proposte dalla scuola. Il nostro approccio educativo, che prende spunto anche dalla sperimentazione nordeuropea, contempla un nuovo ruolo per l’insegnante che diventa, “facilitatore di apprendimento”.

Questa metodologia richiede l’acquisizione ed il potenziamento nell’insegnante di specifiche abilità: come, ad esempio, pensare per obiettivi, gestire le dinamiche dei gruppi, comunicare in modo chiaro e coinvolgente. In quest’ottica promossa dalla nostra scuola l’insegnante diventa un tutor, un coach, un motivatore e una guida per le varie esperienze laboratoriali, di gruppo o individuali. In questo senso, il docente potrà predisporre attività di recupero o consolidamento per chi ne ha bisogno, ma anche valorizzando sempre i talenti.

Lo sforzo dei nostri insegnanti è volto inoltre a creare un’atmosfera gioiosa e serena nella quale l’imparare non sia vissuto dai ragazzi con ansia e preoccupazione, ma con entusiasmo e sempre rinnovata meraviglia. In questa ottica l’impulso alla conoscenza non viene stimolato nel ragazzo alimentando solamente la sua competitività, ma nutrendo il suo interesse. La classe diventa in tal modo un’esperienza sociale sorprendente, nella quale alunni con diversi temperamenti e capacità collaborano insieme in un clima rispettoso delle diversità.

 

 

L’orientamento per la scelta della scuola superiore

Gli studenti che frequentano la terza media si trovano davanti ad una scelta importante: la scuola superiore. Agli studenti all’ultimo anno della secondaria di primo grado viene fornito un servizio di orientamento educativo che li indirizzi verso il percorso scolastico più adatto alle loro inclinazioni e ai loro gusti. La Novalis Open School offre loro una guida personalizzata di formazione in base alla specificità delle scuole superiori che si apprestano a scegliere.

Le discipline

Il percorso formativo viene accompagnato da due insegnanti specializzati rispettivamente nell’area umanistica e nell’area scientifica, affiancati da altri docenti specializzati nelle diverse discipline laboratoriali.

Le discipline curriculari come matematica e geometria, italiano, geografia e storia, e le scienze (chimica, fisica, botanica, astronomia) vengono insegnate per tutto il ciclo scolastico, accompagnate da numerose esperienze pratiche, con l’obiettivo di far entusiasmare gli studenti, fornendo le competenze necessarie perché possano affrontare agevolmente le scuole superiori.