Scuola primaria (6-13 anni)

 

"La conoscenza che viene acquisita con l'obbligo non fa presa nella mente. Quindi non usate l'obbligo ma lasciate che la prima educazione sia una sorta di divertimento; questo vi metterà maggiormente in grado di trovare l'inclinazione naturale del bambino."

Platone.

Il percorso formativo viene accompagnato dall’insegnante di classe, punto di riferimento stabile, affiancato da altri insegnanti specializzati nelle diverse discipline. L’insegnante impiega la massima cura per creare un ambiente che rafforzi l’indipendenza del bambino e il suo naturale stimolo verso l’apprendimento. Si parte dall'osservazione delle esigenze e degli interessi di ciascun bambino più che dalla meccanica esecuzione di lezioni prestabilite. Nei primi anni di scuola sono fondamentali l'attività artistica, il ritmo e l’immaginazione che porteranno gradualmente all'acquisizione del pensiero logico.

La lingua inglese viene introdotta fin dai primi anni da insegnanti madrelingua poiché l’impulso all’imitazione proprio del bambino gli consente una maggiore facilità di apprendimento. All’inizio l’insegnamento passa attaverso la ripetizione di filastrocche e canzoni, per poi arrivare, nelle classi successive, all’introduzione degli aspetti linguistici e grammaticali.

Le materie curriculari come matematica, italiano, scienze, geografia e storia vengono insegnate per tutto il ciclo scolastico, accompagnate da esperienze pratiche, con l’obiettivo di far acquisire in modo graduale e armonico il piacere di imparare, sviluppando capacità logica e senso critio, volontà e pensiero.

Le attività laboratoriali come il canto, l'espressione corporea, la pittura e il modellato, il giardinaggio, cucito e la Baby-falegnameria sono materia di esercitazione fin dalle prime classi.

Ispirato al modello scolastico nordico, nasce il progetto “Scuola Senza Zaino”. Un inedito approccio alla didattica, in cui il materiale scolastico rimarrà a scuola ospitato negli armadietti personali di ciascun alunno. In modo che a casa il bambino possa dedicarsi ad altre attività.

La Musica, nella crescita del bambino, risulta fondamentale per uno sviluppo armonico. Docenti professionisti e di elevato valore umano avvieranno i giovani studenti fin dalle prime classi alla pratica musicale. A partire dalla classe seconda viene introdotto lo studio del violino, fortemente indicato per l'affinamento delle capacità logiche e intelletti.